Tendenze d'arredo

Stile d’arredo Classico, Moderno o Contemporaneo? Caratteristiche a confronto!

Stile d’arredo Classico, Moderno o Contemporaneo? Caratteristiche a confronto!

Oggi vi presentiamo tre stili d’arredamento particolarmente apprezzati, dei veri e propri “evergreen”nel mondo dell’interior design.

Stiamo parlando dello stile classico, moderno e contemporaneo.

Se siete alla ricerca di idee e ispirazione per orientarvi nei diversi stili, non vi resta che proseguire la lettura.

LO STILE CLASSICO

Lo stile classico è inconfondibile per materiali, linee e finiture.

È quello che tipicamente immaginiamo nelle case signorili e che strizzano l’occhio all’eleganza dei tempi passati.

Nelle case arredate in stile classico la bellezza prevale sulla funzionalità e sulla tecnologia: ampi spazi sono spesso utilizzati per trovare posto a un arredamento molto ricco, sfarzoso, che non teme di dare nell’occhio.

Il materiale più usato per i mobili è sicuramente il legno laccato lucido con l’uso di legno nobile come il mogano, la quercia, il ciliegio e il faggio.

Non mancano anche gli intarsi e i decori in rilievo che rendono questi mobili molto eleganti e pregiati.

Per tutte le decorazioni tessili vengono utilizzate in larga parte materiali lussuosi, con grandi e ricchi decori.

Tessuti damascati, con decori floreali, cuscini in seta o in raso lucido, poltrone o divani in velluto sono sicuramente molto utilizzati.

Nel soggiorno principalmente ma anche nelle altre stanze, sono protagonisti anche i tappeti, preferibilmente quelli persiani.

Altri materiali molto diffusi, per i piani di lavoro, il tavolo da pranzo o i tavolini del soggiorno sono il marmo, il vetro o il cristallo. Questi stessi elementi, insieme anche all’oro o all’argento, vengono utilizzati anche per la piccola oggettistica che costituisce i soprammobili o le cornici dei quadri.

Anche l’arte infatti non può mancare: le pareti di una casa in stile classico saranno ricche di quadri, arazzi e statue.

Ovviamente anche l’architettura deve riflettere lo stile di arredamento.

Una casa con ampi spazi, elementi quali colonne, pareti affrescate o mosaicate si presta molto facilmente a questo stile.

LO STILE MODERNO

La nascita dello stile moderno risale al periodo immediatamente successivo alle due guerre, quando importanti cambiamenti investirono anche il campo dell’architettura.

Tra i nomi illustri di questo periodo ricordiamo tutti Frank Lloyd Wright o Le Corbusier che hanno influenzato e modificato per sempre l’architettura.

Il principio base dello stile moderno è l’incontro e la fusione tra funzionalità e bellezza. Uno spazio, una casa non possono essere belli se non sono anche progettati in maniera efficiente. Per questo motivo le case moderne hanno un design al tempo stesso elegante e lineare, semplice. Nel corso degli anni ci si è avvicinati sempre più al minimalismo, per cui all’idea che less is more.

In generale si può dire che le linee e le forme di questo stile sono decisamente semplici. Anche se non c’è la rigidità del minimalismo, si tende a prediligere un mobilio lineare, pulito e geometrico.

Per quanto riguarda i materiali, una casa in stile moderno è caratterizzata da elementi lisci e superfici brillanti, legno lucido, alluminio e Pvc sono tra i materiali maggiormente utilizzati. Quello che ha caratterizzato e distinto questo stile da quelli precedenti è sicuramente l’introduzione e l’uso della tecnologia nelle case private: si può dire che sia stato il precursore dell’attuale domotica.

I colori di un’abitazione in stile moderno sono sicuramente il bianco ed a contrasto, il nero. È sempre più diffuso vedere dei veri e propri giochi di colore nelle case moderne; non mancano tinte accese e vivaci.

Un altro elemento fondamentale dello stile moderno sono i complementi d’arredo.

Gli specchi non possono assolutamente mancare, così come le pareti attrezzate con oggetti decorativi di design e le stampe moderne che ritraggono le metropoli più famose al mondo.

LO STILE CONTEMPORANEO

Lo stile contemporaneo si adatta molto bene alle case più diffuse dei nostri giorni.

Molto utilizzato oggi  per soluzioni abitative come: open space, loft o appartamenti dagli spazi contenuti.

Il principio generale di questo stile è di sfruttare ogni spazio, di pensare in maniera ponderata a ogni mobile per raggiungere equilibrio tra semplicità, funzionalità, efficienza e bellezza.

In linea generale si prediligono materiali molto moderni e di facile manutenzione.

Nelle pavimentazioni sono ampiamente utilizzati la resina, il cemento e il gres porcellanato. Per quanto riguarda i mobili si preferiscono superfici opache in legno, in cucina invece si utilizzano materiali nuovi e di recentissima diffusione come il corian o il silestone.

I colori maggiormente usati sono il bianco, i colori sulla scala dei grigi e le tonalità pastello del marrone. 

Un altro aspetto da non sottovalutare è l’illuminazione è molto importante che si goda di una buona luce naturale, ma in assenza di essa si può provvedere creando diversi punti luce in vari angoli della casa.

Credits: iStock.com/CreativaStudio
Condividi:

Author

deon

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.