Vivere la casa

Come realizzare un piccolo orto sul balcone: la guida pratica.

Come realizzare un piccolo orto sul balcone: la guida pratica.

Chi vive in città spesso non ha a disposizione uno spazio esterno, un giardino o un terreno in cui potersi dedicare ad attività di giardinaggio. Non c’è però bisogno di rinunciare alla passione della coltivazione se si abita in città: negli ultimi anni sono in molti ad allestire l’orto sul balcone.

Per non improvvisare nulla e poter raccogliere ortaggi freschi anche in città, continuate a leggere questa guida.

Definire il progetto

Coltivare sul balcone è ovviamente molto diverso dalla coltivazione in pieno campo.

La prima cosa da fare è studiare lo spazio a disposizione per disporre al meglio gli ortaggi da piantare.

L’esposizione migliore è quella a sud-ovest, che garantisce le ore migliori di esposizione ma preserva le piante da un calore eccessivo nei mesi estivi. Ovviamente è una regola generale: ogni pianta ha bisogno di luce differente. Anche se avete un terrazzo a nord non demordete: ci sono colture che crescono rigogliose anche senza troppo sole.

Un altro fattore da considerare è il vento. Spesso trascurato, può essere in realtà il vero nemico dell’orto. Se il terrazzo o il balcone sono quindi esposti a forti correnti ventose, non basta che correre ai ripari e costruire delle barriere antivento o posizionare oggetti sufficientemente grandi.

Quando si progetta un orto in balcone c’è da pensare a organizzare al meglio lo spazio perché sia concepito in modo funzionale ed efficace. Su balconi piccoli ad esempio si può sfruttare lo spazio in verticale usando scaffali, piantando rampicanti o applicando vasi o fioriere sulle ringhiere.

Anche i vasi o i contenitori per allestire l’orto sono diversi: non c’è che l’imbarazzo della scelta. Oltre che a un fattore estetico, bisogna pensare principalmente a due elementi: il primo è lo spazio a disposizione, il secondo è il tipo di ortaggi che si vogliono coltivare.

È ovvio che piante come i tuberi necessitano di più profondità rispetto alle erbe aromatiche.

Come allestirlo

Le piante devono essere messe nei giusti contenitori, che sono un elemento fondamentale per la buona riuscita della coltivazione.

Si può optare per i classici vasi di terracotta che, grazie al foro sul fondo, garantiscono un ottimo drenaggio del terreno ed evitano che l’acqua si accumuli sul fondo.

In alternativa si possono usare i vasi di plastica: si trovano in commercio quelli rettangolari che sono sia ampi che profondi. Si può quindi sfruttare lo spazio appieno e piantare anche varietà diverse nello stesso vaso.

Se si ha a disposizione molto spazio, si può invece pensare di utilizzare i cassoni di legno. Sono molto belli da vedere, si possono anche dipingere in modo colorato e permettono di coltivare una grande varietà di ortaggi.

L’unica controindicazione è che risultano molto pesanti perché contengono molta terra: bisogna verificare che il balcone riesca a portare e sopportare, strutturalmente, tale peso.

Cosa occorre

Per iniziare la coltivazione sul balcone occorre procurarsi:

  • i contenitori in cui piantare gli ortaggi;
  • il terriccio adatto;
  • il concime;
  • le piante;
  • il sistema di irrigazione.

Cosa piantare e cosa evitare

La scelta delle piante è sicuramente fondamentale, considerando il poco spazio a disposizione: non si possono scegliere colture che hanno bisogno di un’area molto ampia come le patate, l’aglio o le cipolle. Allo stesso modo zucche, zucchine, meloni o angurie  si estendono molto in larghezza e hanno foglie anche molto grandi.

Si possono invece coltivare pomodori, melanzane e peperoni da cui si possono ottenere grandi soddisfazioni. L’importante è dare il giusto spazio alle piante sia in larghezza che in profondità.

Le piante aromatiche sono sicuramente piante molto facili da coltivare e non necessitano in generale di troppa cura. In molti casi sono anche perenni, con una grande resistenza anche a basse temperature come la salvia e il rosmarino, il basilico ed il prezzemolo.

Immancabili sono i peperoncini che hanno bisogno di poco spazio e hanno una grande resa. Bisogna però garantire una buona esposizione solare.

L’orto in balcone: una soluzione per tutti

Questi sono solo alcuni consigli per allestire un orto sul proprio balcone e sono un’ottima soluzione anche per chi non ha a disposizione uno spazio esterno ampio ma non vuole rinunciare a coltivare piante.

Il nostro consiglio per una buona riuscita dell’orto, è quello di attenersi sempre alle indicazioni ed alle necessità di ogni singola pianta, rispettando l’esposizione solare e la giusta idratazione, a tutto il resto ci penserà il potere della natura in tutto il suo splendore.

Credits: iStock.com/Vaivirga
Condividi:

Author

deon

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.