Consigli per la casa

Autunno chiama tisana! come farle fai da te?!

Autunno chiama tisana! come farle fai da te?!

Che ci siano temperature roventi o serate da passare davanti al caminetto, gli amanti delle tisane e degli infusi non rinunciano al piacere delle loro bevande preferite.

Anche se l’immaginario porta a tazze calde e fumanti, si possono gustare anche d’estate. Lasciate raffreddare in frigo o con l’aggiunta di ghiaccio, queste bevande sono dissetanti e gustose.

Ci sono anche tanti ingredienti naturali che, oltre ad essere buoni, hanno proprietà benefiche e qualità davvero uniche. Quando si prepara un infuso, per la sua migliore riuscita è importante rispettare i tempi di infusione in acqua calda indicati, questo perchè se si va troppo oltre il sapore potrebbe essere alterato o parecchio intenso, oppure si potrebbe ottenere un effetto paradosso, cioè contrario a quello sperato.

Alcuni consigli per preparare tè e tisane e unire il gusto alle proprietà benefiche delle piante

  1. Il karkadè è ricavato da una pianta molto diffusa nelle regioni tropicali quali Africa o Caraibi, l’ibisco. I suoi fiori dal regalano il colore rosso intenso che si trova anche nell’infuso, ormai molto diffuso anche in Europa, per le sue molteplici proprietà. È infatti molto ricca di vitamina C, utile per le difese immunitarie, ha proprietà antisettiche, che aiutano le vie urinarie anche in caso di infezioni o cistiti, ed ha proprietà antiossidanti, che puliscono l’organismo e aiutano nell’effetto anti-aging.
    Il sapore di questo infuso è molto intenso e leggermente acido: per chi non dovesse amarlo, potrebbe ingentilirlo con del miele biologico. Per ottenere un’infusione perfetta si consiglia di versare un cucchiaino di foglie di karkadè in una tazza di acqua calda.
  2. Un infuso drenante, che aiuta quindi ad eliminare i liquidi in eccesso e a purificare l’organismo, è ottenuto dalla combinazione di diversi ingredienti. Unendo ortica, finocchio, salvia, liquirizia ed erba medica si ottiene un infuso molto buono e dalle indiscusse proprietà benefiche. La liquirizia inoltre è antiossidante mentre l’erba medica è un ricostituente molto efficace.
  3. La bardana è una pianta che cresce spontaneamente ai bordi delle strade ed è utilizzata per le sue numerose proprietà. Dalle sue radici si ottiene l’ingrediente ideale per un infuso ricco di inulina e mucillagini. Gli effetti sono eccezionali per le infezioni soprattutto della pelle, quali foruncoli, eczemi, acne e dermatosi; grazie alla azione antisettica e depurativa è anche molto indicato per chi soffre di gotta, reumatismi o diabete.
  4. Per chi invece soffre di inestetismi della pelle quali buccia d’arancia o eccesso di liquidi, può trovare un valido alleato nell’infuso di ortica e betulla. Si tratta infatti di vegetali dall’alto potere diuretico e quindi in grado di aiutare a depurare dalla ritenzione idrica. Il procedimento per ottenere l’infuso è molto semplice: basta sminuzzare gli ingredienti e immergerli in acqua calda; per dare più sapore si possono aggiungere frutti di bosco e gramigna sminuzzata.
  5. Un potente infuso che aiuta a depurarsi in maniera efficace è un mix di diversi ingredienti. Il cardo mariano depura il fegato, il tarassaco aiuta ad eliminare le tossine, l’achillea aiuta l’intestino, il finocchio è depurativo e digestivo e la salvia che ha un grande potere balsamico. La combinazione di queste piante è un infuso detox che aiuta l’organismo a liberarsi dalle tossine.
  6. Quando iniziano i primi freddi, aumentano anche i raffreddori e i problemi legati ai raffreddamenti quali tosse. Il tiglio viene in aiuto come cura naturale perchè ha proprietà calmanti, vasodilatatorie, emollienti, antispasmodiche, anticatarrali e sudoriferi. Il tempo di infusione è più lungo di altre piante: il tiglio necessita infatti dai 5 ai 10 minuti per sprigionare le sue proprietà nutritive in acqua calda.
  7. Il rooibos è un tè molto conosciuto e il suo sapore dolciastro rimanda subito alle atmosfere natalizie. Il tè rosso, di origine africana, è molto diffuso in Europa ed è conosciuto per la elevata concentrazione di sostanze antiossidanti. Il rooibos è privo di teina ed è molto dissetante, motivo per il quale si può consumare anche freddo.
  8. Per chi vuole rilassarsi dopo una stressante giornata, il mix ideale prevede tiglio, passiflora e altea. Il tiglio è un calmante naturale, la passiflora è molto indicata per lo stress e ha un effetto calmante notevole, l’altea è emolliente e antinfiammatoria.
  9. Quando i primi freddi colpiscono le articolazioni, i dolori e la stanchezza possono farla da padrone. Vengono in soccorso infusi che uniscono proprietà benefiche di diverse piante. Il mix di infuso di gramigna, antinfiammatoria e diuretica, artiglio del diavolo, antinfiammatorio e antidolorifico, e ortica, ricca di minerali e vitamine, è veramente efficace e anche molto buono.

Condividi:

Author

deon

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.